L’atipicità comportamentale del bambino autistico è da tutti riconosciuta nella parziale o totale incapacità di comunicare con la modalità classica/verbale. In aggiunta, i bambini affetti da autismo sono noti per la loro mancanza di motivazione ad imparare nuove abilità e, in generale, a partecipare attivamente all’interazione sociale. Voler insegnare una qualsiasi cosa ad un bambino autistico, senza partire dalla sua motivazione e senza prima avergli dato delle abilità sociali, sarà soltanto un insuccesso.
Nello spazio di confine tra il “dentro” e il “fuori” si fonda il percorso formativo che vi proponiamo. Intervenire sull’autismo con le Arti Terapie significa infatti riattivare la relazione bloccata e aiutare il bambino autistico ad apprendere modalità efficaci di espressione e di comunicazione alternative attraverso i linguaggi non verbali, il gioco e le terapie espressive.
Il corso affronta le molteplici applicazioni delle Arti Terapie ai disturbi pervasivi dello sviluppo, dedicando particolare attenzione alle tecniche di Arteterapia Plastico-pittorica, Danzamovimentoterapia e Musicoterapia, a ciascuna delle quali è dedicato un modulo specifico.