Calendar

Global event

Roma - Lab. Educare al contatto: Strumenti di Danzaterapia nella relazione d'aiuto

Event source: Laboratori Artedo di Arti Terapie 2019
Saturday, 25 May, 9:00 AM » Sunday, 26 May, 6:00 PM
Roma - Lab. Educare al contatto: Strumenti di Danzaterapia nella relazione d'aiutocondotto dalla dott.ssa Simona Zaccagno, Danzamovimentoterapeuta, Psicologa clinica, Danzatrice e Coreografa. (vai alla notizia...) Abstract del laboratorio“Il visibile è ciò che si coglie con gli occhi, il sensibile ciò che si coglie con i sensi” (MauriceMerleau-Ponty)Toccare ed essere toccati, metafore concrete che in danzaterapia diventano stimoli coreografici e creativi. Modalità di contatto e stili di contatto differenti caratterizzano ogni individuo e fanno parte del proprio mondo relazionale. Educare al contatto pone l’accento sugli stili di contatto e le modalità di ogni partecipante, indagando attraverso la danzaterapia e la manipolazione della creta le possibilità di con-tatto, scopriremo tecniche e strumenti possibili che nella relazione di aiuto guidano il percorso danzaterapeutico abbassando le difese e permettendo la flessibilità delle tensioni muscolari in una dinamica creativa in cui l’esperienza di contatto vengono riscritte e riorganizzate.Si farà riferimento al metodo Fux della danzaterapia e al modello psicofisiologico integrato della danzaterapia e Arti Terapie.SCARICA IL MODULO DI ISCRIZIONEInformazioni utiliOrari: sabato 25 e domenica 26 Maggio 2019 dalle 9.00 alle 18.00Luogo di svolgimento: presso Associazione Culturale Controchiave Via G. Libetta 1a – 00154 RomaSei un insegnante?Artedo è Ente Accreditato MIUR, puoi utilizzare la Carta del Docente per partecipare al laboratorio o iscriverti ad un corso Artedo di Arti Teerapie.Per info e iscrizioni: Telefono: 373.8671087E-mail: artedoroma@gmail.comCell. e Whatsapp: 373.8671087Sito ufficiale: roma.artiterapie-italia.itFacebook: Scuola Artedo di Arti Terapie di RomaInstagram: Scuola Artedo di Arti Terapie di Roma
Global event

Palermo - Lab. "IL FOTOROMANZO CARTACEO E IL FOTOROMANZO MULTIMEDIALE COME ESPERIENZE CREATIVE DI NARRAZIONE, ESPRESSIONE E REVISIONE DI SÉ"

Event source: Laboratori Artedo di Arti Terapie 2019
Saturday, 25 May, 9:00 AM » Sunday, 26 May, 6:00 PM
LABORATORIO DI ARTETERAPIA E TEATROTERAPIA "IL FOTOROMANZO CARTACEO E IL FOTOROMANZO MULTIMEDIALE COME ESPERIENZE CREATIVE DI NARRAZIONE, ESPRESSIONE E REVISIONE DI SÉ"
Condotto da Gianluca Lisco, Docente di Foto Terapia e di Video Terapia e supervisore clinico.
Psicologo, psicoterapeuta, specializzato in Psicoterapia della Gestalt presso l’Istituto Gestalt


Abstract del laboratorio
Se intendiamo il fotoromanzo come una storia composta da immagini e fotografie possiamo lavorare in gruppo per imprimerla su un supporto cartaceo o multimediale. Nel lavoro con il fotoromanzo la persona costruisce, trasforma e ritrova tracce di sé all’interno delle fotografie che siano istantanee realizzate al momento o fotografie personali dal proprio album. La sequenza spazio-temporale con cui le immagini vengono disposte assieme alle didascalie e agli elementi grafici che possono riempire il vuoto fertile tra un’immagine e l’altra sono aspetti fondamentali per la creazione di senso e significato esistenziale del fotoromanzo.
Le immagini e le fotografie possono diventare pertanto elementi narrativi di una nuova composizione, una nuova Gestalt percettiva e narrativa. Se intendiamo la percezione come un atto intenzionale e creativo è possibile lavorare per intrecciare e scoprire tracce narrative di sé nel lavoro con il fotoromanzo. Possiamo raccontare una storia attraverso le immagini e le fotografie, scrivere dialoghi e fermare in uno scatto fotografico un frammento, un istante di una drammatizzazione o di una rappresentazione scenica. Il fotoromanzo è di per sé un racconto che può integrare all’interno del processo creativo di produzione diversi linguaggi espressivi: drammatizzazione, fotografia, musica, scrittura creativa, danza, scenografia, costumi e regia. Nel realizzare un’istantanea che vada a costituire quell’elemento percepito della realtà da inserire nella storia e nella composizione la persona e il gruppo possono giocare come fossero in uno studio di produzione fotografico, teatrale e cinematografico. Potranno così rivestire i ruoli del regista che coordina gli attori e i lavori sul set per realizzare uno scatto fotografico che rappresenti quella parte della storia che il gruppo ha scelto di narrare e raccontare attraverso il fotoromanzo. Durante il laboratorio faremo esperienza in gruppo di ideazione e produzione sia di un fotoromanzo su supporto cartaceo sia di un fotoromanzo digitale. Saranno approfonditi gli aspetti teorico-applicativi del lavoro con il fotoromanzo in diversi contesti (scuola, salute mentale e organizzazioni) e con differenti finalità di intervento (preventivo-integrativo, educativo-riabilitativo, terapeutico). Contenuti didattici e metodologici del Laboratorio Il lavoro con il fotoromanzo fra Fototerapia e Teatroterapia Tecniche di lavoro con le immagini e con il fotoromanzo Digital Storytelling e fotoromanzo digitale Narrazione di sé, espressione di sé e percezione di sè Fotoromanzo cartaceo e fotoromanzo digitale Tecniche di conduzione individuali e gruppali

informazioni utili
Orari: sabato 25 e domenica 26 Maggio 2019 dalle 9.00 alle 18.00
Luogo di svolgimento: Via Sammartino n. 140, Palermo
Sei un insegnante?
Artedo è Ente Accreditato MIUR, puoi utilizzare la Carta del Docente per partecipare al laboratorio o iscriverti ad un corso Artedo di Arti Terapie.

Per info e partecipazione
Artedo Sicilia
Dott.ssa Marianna Sidoti 3289113277
artedosicilia@gmail.com
Global event

TORINO- Lab. DANZA MOVIMENTO TERAPIA

Event source: Laboratori Artedo di Arti Terapie 2019
Saturday, 25 May, 9:30 AM » Sunday, 26 May, 6:00 PM
IL LINGUAGGIO DEL CORPO – FONDAMENTI DELLA DMT ESPRESSIVA PER LA CRESCITA PERSONALE, IL BENESSERE DELLA PERSONA E L’IDENTITÀ PROFESSIONALEarea crescita personaleCondotto da Federico Caporale, Danzamovimentoterapeuta, supervisore in DMT, danzatore e formatore.Abstract del laboratorio Il programma darà ampio spazio all’esperienza personale. Le proposte saranno finalizzare a entrare in contatto con il proprio corpo, il respiro, le sensazioni e leemozioni attraverso il movimento e la danza. Il laboratorio sarà focalizzato sullafondazione del gruppo e sulla relazione. Il laboratorio sarà accessibile a tutti, saranno valorizzate le competenze specifiche a livello corporeo e creativo a favore  dell’integrazione e della crescita personale e dell’identità di gruppo. Obiettivi del laboratorio: • Conoscere finalità e obbiettivi generali della DMT (Danzamovimentoterapia) approfondendo le sue applicazioni in ambito formativo • Definire e collocare la professione del Danzamovimentoterapeuta, nel panorama delle arti terapie, delle relazioni di aiuto, nel benessere della persona, delle comunità e di gruppi.• Conoscersi attraverso l’esperienza, il piacere funzionale del movimento, il gioco relazionale,valorizzazione delle proprie risorse e individuazione delle criticità.• Esperire e comprendere le tre fasi della sessione e del percorso di DMT• Sperimentare diversi tipi di riscaldamento e le relative funzioni e applicazioni• Sperimentare diverse possibilità di dialogo motorio con/senza contatto o oggetti mediatori• Conoscere i criteri propri della DMT (spazio, tempo e corpo) e i parametri per progettare evalutare interventi mirati.• Condividere riferimenti teorici e criteri metodologici relativi ai diversi target, tipologie di gruppo e ambiti di intervento.Metodologia della DMT - dal verbale al non verbale, dall’individuo al gruppo, Introduzione allamateria (corpo) toccarlo, nominarlo, immaginarlo...Il corpo in relazione allo spazio/tempo e ad altri corpi (il gruppo)Alcuni modelli di riscaldamento (corporeo ed emozionale) e la fondazione del gruppoProposte a valenza pedagogica ed empatica.Fondamenti del movimento – pedagogia del movimento, (relazione duale, io e l’altro)prevede lo sviluppo di esperienze di dialogo motorio, a coppie, al fine di svilupparecompetenze in termini di osservazione, empatia, comunicazione non verbale, ealfabetizzazione emotiva, a cui seguiranno verbalizzazioni o restituzione (grafica, motoria, etc.)delle esperienze in coppia e in plenaria.Danza integrativa con gesti, movenze e vissuti individuali e collettivi.Teoria e tecnica della DMT – progettazione di proposte, percorsi e processi espressivo creativi.Seguirà un riepilogo dei principali elementi emersi durante il weekend e uno spazio di domande(legate all’esperienza o alla metodologia) e verbalizzazione conclusiva.Per Info e partecipazioneDirettrice: Paola Cotugno Per prenotarsi al laboratorio scrivete una mail ad artedo.torino@gmail.com o contattateci al 348.35.11.349
Global event

Trento-lab. valido per tutte le discipline “TECNICHE DI CONDUZIONE E GESTIONE DELLA CORNICE VERBALE NELLE ARTI TERAPIE” AREA CRESCITA PERSONALE

Event source: Laboratori Artedo di Arti Terapie 2019
Saturday, 1 June, 9:00 AM » Sunday, 2 June, 6:00 PM
laboratorio valido per tutte le discipline condotto da Ilaria Caraccionlo

“TECNICHE DI CONDUZIONE E GESTIONE DELLA CORNICE VERBALE NELLE ARTI TERAPIE”
AREA CRESCITA PERSONALE

Le Arti Terapie, tecniche analogiche di relazione, gestione delle emozioni e miglioramento delle competenze comunicative, pur ruotando intorno a modalità di approccio alla persona mediate dal fare artistico, possiedono in se una grande risorsa per un ampio lavoro sulle capacità verbali ed espressive del soggetto a più livelli. Inoltre, il piano verbale risulta fondamentale nella stessa costituzione della relazione emotiva, empatica e di reciprocità che si instaura nell'incontro arteterapico e pertanto diventa strumento principe della costruzione di un buon contenitore esperienziale. Da questi presupposti nasce la volontà di approfondire tutti gli aspetti legati all'uso del verbale in Arti Terapie sia per ciò che concerne lo stile di conduzione, che le sollecitazioni e le interazioni verbali con i partecipanti al setting arteterapico. Nel laboratorio si esplorerà la conduzione e la gestione del verbale nelle diverse discipline delle Arti Terapie attraverso simulazioni di conduzione da parte degli allievi, che avranno occasione di approfondire il loro stile di conduzione acquisendo sicurezza ed avendo l'occasione di migliorare i delicati aspetti connessi all'uso del verbale

laboratorio aperto a tutti su prenotazione
per info: info@trento.artiterapie-italia.it
cel. 347 98 46730
Global event

Palermo - Lab. di Musicoterapia "Dialogo sonoro ed ascolto empatico in musicoterapia umanistica"

Event source: Laboratori Artedo di Arti Terapie 2019
Saturday, 8 June, 12:00 AM » Monday, 10 June, 12:00 AM
LABORATORIO DI MUSICOTERAPIA "DIALOGO SONORO ED ASCOLTO EMPATICO IN MUSICOTERAPIA UMANISTICA"
Condotto da Vincenzo Miranda, Musicoterapeuta ad indirizzo umanistico, Dottore in Scienze e Tecniche Psicologiche, Compositore e Strumentista.


Abstract del laboratorio
Il laboratorio affronta il tema del dialogo sonoro agito attraverso l’ascolto empatico all’interno della cornice teorica della Musicoterapia Umanistica. Verranno affrontate le teorie rogersiane sulla capacità di ogni individuo di accedere alle proprie risorse interne per la risoluzione dei propri conflitti. Il laboratorio procederà a piccoli passi da una iniziale posizione di condivisione dei presupposti teorici, indispensabili per la comprensione dell’argomento, fino a momenti esperienziali, collettivi e/o in piccoli gruppi, di ascolto empatico, meditazione e rilassamento, improvvisazione musicale, dialogo sonoro, verbalizzazioni ed analisi dei vissuti. L’accento sarà posto in particolare sulla sperimentazione di esperienze di ascolto empatico e dialogo sonoro, attraverso simulazioni di sedute musicoterapiche e role playing, durante i quali gli allievi saranno condotti a sperimentare in prima persona e a cogliere le caratteristiche e gli aspetti peculiari dei due ruoli fondamentali del contesto di intervento terapeutico: facilitato e facilitatore. Verranno inoltre agiti esercizi e allenamenti per migliorare le proprie capacità di comunicazione e ascolto empatico. Per lo svolgimento delle attività del laboratorio si utilizzerà lo strumentario musicale, oltre allo strumento originario per eccellenza di cui siamo forniti: corpo e voce. Indispensabili abiti comodi e calzini antiscivolo.
informazioni utili
Orari: sabato 8 e domenica 9 giugno 2019 dalle 9.00 alle 18.00
Luogo di svolgimento: Via Sammartino n. 140, Palermo
Sei un insegnante?
Artedo è Ente Accreditato MIUR, puoi utilizzare la Carta del Docente per partecipare al laboratorio o iscriverti ad un corso Artedo di Arti Terapie.

Per info e partecipazione
Artedo Sicilia
Dott.ssa Marianna Sidoti 3289113277
artedosicilia@gmail.com
Global event

Roma - Lab. di Teatroterapia "Nessuno escluso"

Event source: Laboratori Artedo di Arti Terapie 2019
Saturday, 8 June, 9:00 AM » Sunday, 9 June, 6:00 PM
ROMA - LAB DI TEATROTERAPIA NESSUNO ESCLUSOcondotto dal dott. R.Diviggiano, Teatroterapeuta, Attore, Sociologo, Coordinatore di comunità. (vai alla notizia...)Abstract del laboratorioSi propone un Laboratorio di Teatroterapia nel quale, attraverso uno strumento quale il teatro ogni partecipante possa sentirsi incluso e accettato all’ interno di un gruppo o di un contesto sociale. Il Laboratorio prevede l’impostazione di una “comunicazione finale”, uno spettacolo che possa arricchire esperienzialmente il gruppo nella costruzione di un elaborato finale.Il laboratorio ha l’obiettivo principale di far riflettere su un tema molto delicato e complesso: l’accoglienza. L’accoglienza sociale, multietnica o in tutte le sue potenziali forme.L’ esperienza teatrale proposta può essere utile sia a chi vive situazioni di esclusioni, ma anche a chi ha difficoltà ad accogliere l’altro.Un abbraccio virtuale, provare ad “allenarsi” ad accogliere’ altro. Il laboratorio sperimenterà delle attività grazie alle quali tutti si possano sentire protagonisti attraverso il movimento e la percezione corporea per “assottigliare” le distanze tra sé stessi e gli altri, e attività di contenuti richiamati alla mente da linguaggi metaforici e simbolici. Queste attività di Teatroterapia inoltre favoriscono inevitabilmente maggiore conoscenza e grande affiatamento di gruppo.Nelle attività iniziali si presenteranno dei “giochi” di conoscenza e di contatto, utili a far circolare sin da subito nel gruppo sentimenti positivi di affetto, empatia, vicinanza tra i partecipanti; saranno proposti in una forma molto ludica: le attività possono essere facilmente proponibili a gruppi di ragazzi in età scolare o infantile, ma anche a gruppi di persone con handicap psichico. La conduzione del laboratorio deve naturalmente variare in base alle utenze. Nella conduzione di gruppi di persone con disagio psichico il tono della voce sarà sempre dolce e cordiale ma tenendo conto di rivolgersi a persone adulte.Si presenteranno anche delle attività che possono far aumentare la fiducia negli altri, alcuni “Giochi di Fiducia” Sarà fondamentale fare attenzione, se l’attività fosse destinata ai ragazzi, a non favorire o far emergere conflitti. Nella seconda parte del laboratorio si proporranno delle attività di espressione; espressioni facciali, emozionali, interpretazioni personali per poi passare alla costruzione di piccole scene semiimprovvisate con personaggi inventati dal gruppo (scene semi strutturate o proporre situazioni iniziali). In questa fase si può, se il gruppo lo consente si proverà ad unire gli spunti emersi.Durante la verbalizzazione utilizzando personaggi, idee e situazioni create prima, si proverà a condurre i partecipanti alla creazione di una storia comune. Si possono portare i vestiti, stoffe, cappelli e accessori utili a favorire la fantasia e l’inventiva del gruppo. Si utilizzeranno molto le musiche. La musica, in entrambe le utenze proposte coinvolge molto, diverte e aumenta la concentrazione nell’ azione scenica. Si proverà a realizzare una performance inserendo molte metafore o significati simbolici prendendo spunto dal tema dell’accoglienza. Bisogna fare attenzione nel far vivere a tutti i partecipanti un’esperienza positiva. La storia e la definizione dei personaggi deve essere un processo naturale e non forzato. Ogni partecipante potrà esprimersi valorizzando le proprie risorse e le proprie aspettative. Il lavoro finale potrà pertanto essere la base per un futuro spettacolo di teatro sperimentale, al quale aggiungere opportune accortezze estetiche di regia, scenografie neutre e luci.SCARICA IL MODULO DI ISCRIZIONEInformazioni utiliOrari: sabato 8 e domenica 9 Giugno 2019 dalle 9.00 alle 18.00Luogo di svolgimento: presso Associazione Culturale Controchiave Via G. Libetta 1a – 00154 RomaSei un insegnante?Artedo è Ente Accreditato MIUR, puoi utilizzare la Carta del Docente per partecipare al laboratorio o iscriverti ad un corso Artedo di Arti Teerapie.Per info e iscrizioni: Telefono: 373.8671087E-mail: artedoroma@gmail.comCell. e Whatsapp: 373.8671087Sito ufficiale: roma.artiterapie-italia.itFacebook: Scuola Artedo di Arti Terapie di RomaInstagram: Scuola Artedo di Arti Terapie di Roma